RICCIONE CINEMA AUTORE: CAROL

lunedì 8 ore 21 e martedì 9 febbraio 2016 ore 20,30 Cinepalace

RICCIONE CINEMA AUTORE: CAROL

Osannato all’ultimo Festival di Cannes, cinque nomination per il miglior film, per la miglior regia, per la miglior colonna sonora originale e due nomination per il ruolo di miglior attrice, una per Cate Blanchett e una per Rooney Mara. Una storia d’amore costruita in modo squisito e molto sentito, che è capace di mostrare ogni ombra e sfumatura delle vite interiori dei suoi protagonisti. Elegante, classico, scritto e interpretato magistralmente, drammatico e struggente a più livelli senza trascurare la speranza di un’ emancipazione al femminile sul diritto alla diversità, si ispira ad un romanzo  di Patricia Highsmith pubblicato nel 1952.

Ambientato nell’anno di uscita del romanzo, racconta l’amore proibito tra la signora benestante Carol e la giovane cassiera Theresa: due donne molto diverse tra loro, la prima ricca e infelicemente sposata, l'altra una giovane commessa di un grande magazzino. Tutto è presentato in modo superbo: gli abiti, le acconciature, le automobili, i vagoni dei treni, i giradischi, i rossetti e le sigarette con intelligenza suprema e incredibile compostezza

 
 Mercoledì 10 febbraio. Il giorno del ricordo in memoria delle vittime delle foibe

Mercoledì 10 febbraio ore 21 Centro della Pesa

Mercoledì 10 febbraio. Il giorno del ricordo in memoria delle vittime delle foibe

Mercoledì 10 febbraio 2016 alle ore 21 - Centro della Pesa, Biblioteca Comunale, Via Lazio 10

L’Amministrazione comunale e l’Istituzione Riccione per la cultura intendono onorare il Giorno del Ricordo in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo di 350 mila Istriani, Fiumani e Dalmati con un incontro pubblico che vedrà la partecipazione di Monica Paliaga, Delegata provinciale dell’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e di Giovanni Ruzzier, Delegato provinciale Unione degli Istriani-Libera Provincia dell’Istria in esilio.

Ingresso libero

 

 
Prof. Valerio Massimo Manfredi - "L'uomo è fatto in gran parte della sua memoria"

Prof. Valerio Massimo Manfredi - "L'uomo è fatto in gran parte della sua memoria"

Venerdì 12 febbraio 2016 ore 21.00 - Palazzo del Turismo, Piazzale Ceccarini 11

Ultimo importante appuntamento del ciclo di incontri “La memoria minacciata. Quale futuro per il passato?”

Le conversazioni del ciclo hanno posto l’accento sulla drammatica storia dei recenti saccheggi e devastazioni di siti archeologici, musei e beni culturali in tutta l’area del Vicino Oriente, a partire dalla presa di Mosul, in Iraq, dell’8 giugno 2014. L’ultimo incontro, il 12 febbraio, vedrà la partecipazione del celebre archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi che, nel suo intervento, approfondirà il valore e l’importanza del passato, soprattutto come preziosa eredità per le generazioni future. Manfredi è autore di bestsellers, in particolare romanzi storici, tradotti in tutto il mondo; ha partecipato a numerosissime campagne di scavo, è conduttore televisivo e sceneggiatore.

 

 
LA BELLA STAGIONE: MUM "MENSCHEN AM SONNTAG IMPROVISATION"

SABATO 5 marzo 2016 ORE 21- SPAZIO TONDELLI

LA BELLA STAGIONE: MUM "MENSCHEN AM SONNTAG IMPROVISATION"

esclusiva regionale

MÚM  MENSCHEN AM SONNTAG IMPROVISATION

proiezione del film Gente di domenica - sonorizzazione live

Una delle band più influenti della scena elettronica incontra un maestro indiscusso del cinema contemporaneo. Con le loro melodie lievi e ritmate, la mescolanza di elettronica digitale e analogica, l’uso di strumenti di ogni genere, i múm si sono affermati sul finire degli anni Novanta come una novità folgorante del panorama internazionale e, insieme a Björk e ai Sigur Rós, hanno contribuito al successo planetario della musica islandese. Dopo anni di collaborazioni eclettiche che li hanno visti spaziare dal pop alla classica, da Kylie Minogue all’Orchestra sinfonica di Lipsia, oggi si cimentano con un classico del cinema e ridanno vita alla prima opera scritta dal grande Billy Wilder. Prima di dirigere classici indimenticati del cinema hollywoodiano come

 
RICCIONE CINEMA D'AUTORE : febbraio 2016

febbraio 2016- il lunedì ore 21 e martedì 20,30 Cinepalace

RICCIONE CINEMA D'AUTORE : febbraio 2016

Carol  Osannato all’ultimo Festival di Cannes, cinque nomination per il miglior film, per la miglior regia, per la miglior colonna sonora originale e due nomination per il ruolo di miglior attrice, una per Cate Blanchett e una per Rooney Mara, racconta l’amore proibito tra la signora benestante Carol e la giovane cassiera Theresa: due donne molto diverse tra loro, la prima ricca e infelicemente sposata, l'altra una giovane commessa di un grande magazzino. Tutto è presentato in modo superbo: gli abiti, le acconciature, le automobili, i vagoni dei treni, i giradischi, i rossetti e le sigarette con intelligenza suprema e incredibile compostezza

IL LABIRINTO DEL SILENZIO Germania, fine anni Cinquanta. Un giovane pubblico ministero decide di far luce sugli orrori del passato, dando il via a un processo contro alcuni importanti personaggi pubblici che avevano prestato servizio ad Auschwitz. Candidato all'Oscar 2016 come migliore film straniero, grazie al lavoro eroico di un procuratore riuscirà a portare alla luce gli orrori di Auschwitz e trascinare in processo 22 criminali implicati nella rete dei campi di sterminio.

IL GRANDE DITTATORE Ogni somiglianza tra il dittatore Hynkel e il barbiere ebreo è puramente casuale. Con questo cartello inizia Il grande dittatore, il capolavoro di Charlie Chaplin a 75 anni dalla sua prima uscita che ha avuto una vita travagliata nel nostro paese. bloccato dalla censura.

ASSOLO Un film divertente e molto intelligente, con tanti attori scelti con sapienza, tutti perfetti nei loro ruoli, e li racconta con ironica grazia. La storia di Flavia, una cinquantenne che non si ama e non sa valorizzarsi, rimasta sola dopo due mariti. Una disistima legata all’età che è retaggio antico: sin quando non si conquista la libertà di non vedersi con gli sguardi degli altri si é sempre oggetto, non soggetto.

ISLA MINIMA  

La isla minima  di Alberto Rodríguez  è un raro esempio di noir europeo, vincitore di otto premi Goya, un viaggio nel cuore di tenebra di un paese allo stesso tempo ansioso di dimenticare e incapace di rimuovere. Profondo sud della Spagna, 1980. In un piccolo villaggio in cui il tempo sembra essersi fermato - nei pressi di un labirinto di paludi e risaie - si è installato un serial killer responsabile della scomparsa di molte adolescenti delle quali nessuno sembra interessarsi. Ma quando due giovani sorelle spariscono durante le festività annuali, la madre spinge per un’indagine e due detective della omicidi arrivano da Madrid per cercare di risolvere il mistero. Sia Juan che Pedro hanno una vasta esperienza nei casi di omicidio, ma differiscono nei metodi e nello stile. La necessità di scoprire il colpevole si fonde all’obbligo di costruire un nuovo tessuto sociale comune, identitario, collettivo da cui poter ripartire. L’aria pesante traspare dalla messinscena livida e puntuale e la soluzione del caso si affida a flebili tracce fornite da un giornalista disilluso, anima profonda di un paese che non è ancora divenuto Stato.

 

 

 
RICCIONE CINEMA AUTORE RED CARPET : ASSOLO

lunedì 22 ore 21 e martedì 23 febbraio 2016 ore 20,30 Cinepalace

RICCIONE CINEMA AUTORE RED CARPET : ASSOLO

ALLA PROIEZIONE DI LUNEDI 22 SARANNO PRESENTE LA REGISTA LAURA MORANTE E IL CO-SCENEGGIATORE DANIELE COSTANTINI

Un film divertente e molto intelligente, con tanti attori scelti con sapienza, tutti perfetti nei loro ruoli, e li racconta con ironica grazia. La storia di Flavia, una cinquantenne che non si ama e non sa valorizzarsi, rimasta sola dopo due mariti, ma ha bisogno ancora di famiglia, anche allargata. Rimasta amica degli ex mariti e ora anche delle loro mogli, è infelice per il non sentirsi più giovane, trasparente rispetto al mondo. Flavia si sente una nullità anche perché pensa che le altre siano tutte meglio di lei, invece nessuna è speciale, sono tutte donne normali nei loro difetti e problemi. Una disistima legata all’età che è retaggio antico: la regista invita a riflettere sul fatto che sin quando non si conquista la libertà di non vedersi con gli sguardi degli altri si é sempre oggetto, non soggetto.

 

 
LA BELLA STAGIONE:CATAPULT in MAGIC SHADOW

DOMENICA 28 febbraio 2016 ORE 18 SPAZIO TONDELLI

LA BELLA STAGIONE:CATAPULT in MAGIC SHADOW

I Catapult, una compagnia di ballerini formidabili che stupiscono il pubblico creando figure impensabili con semplici giochi di luci e ombre. E così nel buio ecco apparire, come per magia, un elicottero, un castello, un fiore o un pinguino. I bambini vengono condotti in un mondo nuovo, popolato di sogni fantastici, mentre gli adulti riscoprono con commosso stupore la magia delle fiabe. portano finalmente alla luce il talento e il virtuosismo di un oscuro parente del corpo umano: la sua incredibile, multiforme, sorprendente ombra.  

I danzatori di Catapult sono dei performer incredibili, che possono ballare, recitare e trasformare i loro corpi in forme apparentemente impossibili. Con le loro silhouette creano delle storie che entusiasmano l’immaginazione e toccano il cuore. L’obiettivo è di creare un mondo di trasformazioni magiche fatte da corpi umani e dalle loro ombre

 
 
 
 

Sede legale Istituzione Riccione per la Cultura: viale Gorizia, 2 presso Villa Franceschi

T +39 0541 608321 - 608238 - 608369 | F +39 0541 601962

 

Sede Municipale: viale Vittorio Emanuele II, 2 - 47838 Riccione (RN)

+39 0541 608111 | +39 0541 601962